Sei in: Home Page » 20 - MODELLI DI DOMANDA
20 - MODELLI DI DOMANDA

REGIONE PIEMONTE
DIREZIONE REGIONALE DELL’EDILIZIA
SETTORE ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI EDILIZIA


Marca da bollo di valore secondo legge vigente 

 

DOMANDA
di concessione di contributo per il superamento e l’eliminazione
delle barriere architettoniche negli edifici privati,
ai sensi della legge 9 gennaio 1989, n. 13.

 

DA UTILIZZARE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO DA PARTE DEL DISABILE 

 


AL SINDACO DEL COMUNE DI_________________________________PROV_________________________

Il/La.sottoscritt___________________________________________nat___a________________________
Prov__________________________il_________________________________________residente in qualità di:

×    proprietario
×   conduttore
×   altro (1)

nell’immobile________________________________________sito in ______________________________
Prov____________________C.A.P_____________via/piazza____________________ n. civico__________
piano______________int.__________________tel._________________________.

CHIEDE

il contributo (2) previsto dall’art. 9 della legge in oggetto, prevedendo una spesa di.
£._______________________________________________________ (al netto dell’I.V.A.) (3)
per la realizzazione della seguente opera (o più opere funzionalmente connesse) (4), da realizzarsi nell’immobile sopra indicato, o nell’immobile nel quale trasferirà la residenza a lavori ultimati al fine di rimuovere una o più barriere che creano difficoltà:

A: di accesso all’immobile o alla singola unità immobiliare:
rampa di accesso;
servo scala;
piattaforma o elevatore
ascensore
   o adeguamento
   o installazione

ampliamento porte di ingresso;
adeguamento percorsi orizzontali condominiali;
installazione dispositivi di segnalazione per favorire la mobilità dei non vedenti all’interno degli edifici;
installazione meccanismi di apertura e chiusura porte;
acquisto bene mobile non elettrico idoneo al raggiungimento del medesimo fine, essendo l’opera non realizzabile per impedimenti materiali/giuridici;
altro (5)__________________________________________________
B: di fruibilità e visitabilità dell’alloggio:

adeguamento spazi interni all’alloggio (bagno, cucina, camere, ecc.);
adeguamento percorsi orizzontali e verticali interni all’alloggio;
altro (5)__________________________________________________

DICHIARA

che avente diritto (6) al contributo, in quanto onerato dalla spesa, è:

il/la sottoscritt____________________richiedente

oppure:

il/la. sig. __________________________________________, in qualità di

avente a carico il sottoscritto portatore di handicap;
unico proprietario;
amministratore del condominio;
responsabile del centro o istituto ex art. 2 Legge 27.2.1989, n. 62;
altro (specificare) _______________________________________________


Inoltre consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 26 della Legge 4.1.1968, n. 15 nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi o contenenti dati non più rispondenti a verità, sotto la sua responsabilità, rilascia la seguente


--------------------------------------------------------------------------------

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(ex art. 4 L. 15/68 e art. 2 L. 191/98)

Il/La sottoscritt_________________________________richiedente il contributo ex L. 13/89, dichiara:

di essere stato/a riconosciuto/a dalla competente commissione medico legale
____________________________________________________________________

di aver presentato domanda di accertamento di invalidità in data____________________________

che nell’immobile in cui è residente o nel quale si impegna a trasferire la residenza a lavori ultimati (cancellare la parte che non interessa)
sito in______________________C.A.P._____________via/piazza________________________________
n. civico____________________piano_______________________int.___________________________
tel._______________________________

esistono le seguenti barriere architettoniche_____________________________________________
_____________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________

che gli comportano le seguenti difficoltà di______________________________________________
_____________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________

che al fine di rimuovere tali ostacoli intende realizzare la/le seguenti opere__________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

che tali opere non sono esistenti o in corso di esecuzione;

che per la realizzazione di tali opere non gli è stato concesso altro contributo,.. oppure,
gli è stato concesso altro contributo nella misura di £_____________________, tale che, cumulato a quello richiesto ai sensi della legge 13/89, non supera la spesa preventivata (cancellare la parte che non interessa).
ALLEGA

alla presente domanda:

8. certificato medico in carta libera attestante l’handicap;
9. preventivo di spesa contenente la descrizione delle opere;
10. copia fotostatica di un documento d’identità del richiedente in corso di validità;
11. certificato o fotocopia autenticata attestante l’invalidità totale con difficoltà di deambulazione (da allegare unicamente qualora voglia avvalersi della precedenza prevista dal comma IV dell’articolo 10 della legge 13/89), ovvero si riserva di presentarlo entro il__________________________________________________
12. certificato di residenza in carta semplice o dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi dell’art. 2 della Legge 4.1.1968, n. 15, sottoscritta dal richiedente;
13. fotocopia del verbale di assemblea del condominio (da allegare solo nel caso in cui le barriere da eliminare siano presenti in parti comuni del condominio);
14. benestare del proprietario dell’immobile in carta semplice (da allegare solo nel caso di alloggio occupato in qualità di affittuario).


_____________________lì_______________________


IL RICHIEDENTE

______________________________


SOTTOSCRIZIONE PER CONFERMA ED ADESIONE DELL’AVENTE DIRITTO AL CONTRIBUTO, QUALORA SOGGETTO DIVERSO DAL RICHIEDENTE


______________________________

 

NOTE


(1) Specificare se si abita l’immobile a titolo diverso dalla proprietà o locazione (ad es. convivenza, ospitalità, comodato, ecc.).

(2) Il contributo:

- per costi fino a 5 milioni è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta;
- per costi da 5 a 25 milioni è aumentato del 25% della spesa effettivamente sostenuta (es.: per una spesa di 15 milioni, il contributo è pari 5 milioni più il 25% di 10 milioni, cioè è di 7 milioni e mezzo);
- per costi da 25 a 100 milioni è aumentato di un ulteriore 5% (es.: per una spesa di 80 milioni il contributo è pari a 5 milioni più il 25% di 20 milioni, più il 5% di 55 milioni cioè è di 5 + 5 + 2,75 ovvero ammonta a 12 milioni e 750 mila lire).

(3) Si ricorda che l’I.V.A. deve essere calcolata al 4% ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, n. 633 e successive modificazioni.

(4) Si precisa che per opere funzionalmente connesse si intendono quelle volte alla rimozione di barriere architettoniche che ostacolano la stessa funzione (ad es. funzione di accesso all’immobile; funzione di visitabilità dell’alloggio), come di seguito esemplificato. Pertanto, qualora si intenda realizzare più opere, se queste sono funzionalmente connesse, il richiedente deve formulare un’unica domanda essendo unico il contributo che, a sua volta verrà computato in base alla spesa complessiva.
Parimenti, qualora di un’opera o di più opere funzionalmente connesse possono fruire più portatori di handicap, deve essere presentata una sola domanda da uno dei portatori di handicap, in quanto uno solo è il contributo concesso.
Se invece le opere riguardano l’abbattimento di barriere che ostacolano funzioni tra loro diverse (A. funzione di accesso es.: installazione ascensore; B. funzione di visitabilità es.: adeguamento servizi igienici) l’istante deve presentare una domanda per ognuna di esse e può ottenere quindi più di un contributo.
Si precisa inoltre che i contributi ai sensi della legge n. 13/89 sono cumulabili con altri concessi a qualsiasi titolo per la realizzazione della stessa opera, fermo restando che l’importo complessivo dei contributi non può superare la spesa effettivamente sostenuta.

(5) Specificare l’opera da realizzare.

(6) Il soggetto avente diritto al contributo può non coincidere con il portatore di handicap qualora questi non provveda alla realizzazione delle opere a proprie spese.


 

 

REGIONE PIEMONTE
DIREZIONE REGIONALE DELL’EDILIZIA
SETTORE ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI EDILIZIA


Marca da bollo di valore secondo legge vigente 

 

DOMANDA
di concessione di contributo per il superamento e l’eliminazione
delle barriere architettoniche negli edifici privati,
ai sensi della legge 9 gennaio 1989, n. 13.

 

DA UTILIZZARE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO DA PARTE DELL’ESERCENTE LA
POTESTA’ O TUTELA SU SOGGETTO DISABILE

 


AL SINDACO DEL COMUNE DI_________________________________PROV_________________________________

Il/La sottoscritt________________________________nat__ a_______________________Prov_______________________
il_____________________ residente a____________________C.A.P______________via/piazza______________________
n..civico____________piano__________int__________tel___________________in qualità di esercente la potestà
o tutela sulla persona disabile Sig___________________________________nat__ a_________________________________
Prov_______________________il_________________________residente___a____________________________________ ______________________C.A.P_______________________via/piazza__________________________________________
n..civico_____________piano_____________________int__________________tel_________________________________

CHIEDE

il contributo (1) previsto dall’art. 9 della legge in oggetto, prevedendo una spesa di
£.___________________________________________________al netto dell’I.V.A.) (2)
per la realizzazione della seguente opera (o più opere funzionalmente connesse) (3), da realizzarsi nell’immobile di residenza della persona disabile o nel quale la stessa trasferirà la residenza a lavori ultimati, al fine di rimuovere una o più barriere che creano difficoltà:

A: di accesso all’immobile o alla singola unità immobiliare:
rampa di accesso;
servo scala;
piattaforma o elevatore
ascensore
   o adeguamento
   o installazione
ampliamento porte di ingresso;
adeguamento percorsi orizzontali condominiali;
installazione dispositivi di segnalazione per favorire la mobilità dei non vedenti all’interno degli edifici;
installazione meccanismi di apertura e chiusura porte;
acquisto bene mobile non elettrico idoneo al raggiungimento del medesimo fine, essendo l’opera non realizzabile per impedimenti materiali/giuridici;
altro (4)______________________________________________

B: di fruibilità e visitabilità dell’alloggio:
adeguamento spazi interni all’alloggio (bagno, cucina, camere, ecc.);
adeguamento percorsi orizzontali e verticali interni all’alloggio;
altro (4)______________________________________________.
DICHIARA

che avente diritto (5) al contributo, in quanto onerato dalla spesa, è:

il/la sottoscritt___richiedente

oppure

Il/la sig.___________________________________, in qualità di

avente a carico il soggetto portatore di handicap;
unico proprietario;
amministratore del condominio;
responsabile del centro o istituto ex art. 2 Legge 27.2.1989, n. 62;
altro (specificare)______________________________________

Inoltre consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 26 della Legge 4.1.1968, n. 15 nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi o contenenti dati non più rispondenti a verità, sotto la sua responsabilità, rilascia la seguente


--------------------------------------------------------------------------------

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(ex art. 4 L. 15/68 e art. 2 L. 191/98)

Il/La sottoscritt. quale esercente la potestà o tutela sulla persona disabile.Sig________________________________________________________________
dichiara:

che la persona disabile è stata riconosciuta dalla competente commissione medico legale
________________________________________________________________

che la persona disabile ha presentato domanda di accertamento di invalidità in data
________________________________________________________________

che nell’immobile in cui è residente la persona disabile o nel quale si impegna a trasferire la residenza a lavori ultimati (cancellare la parte che non interessa)
sito in______________________C.A.P.______________via/piazza________________________________
n. civico______________piano_________________int____________________tel.____________________

esistono le seguenti barriere architettoniche____________________________________________
____________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
che gli comportano le seguenti difficoltà di ____________________________________________
____________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________

che al fine di rimuovere tali ostacoli intende realizzare la/le seguenti opere _________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________

che tali opere non sono esistenti o in corso di esecuzione;

che per la realizzazione di tali opere non gli è stato concesso altro contributo, oppure gli è stato concesso altro contributo nella misura di £._______________________, tale che, cumulato a quello richiesto ai sensi della legge 13/89, non supera la spesa preventivata (cancellare la parte che non interessa).
ALLEGA

alla presente domanda:

1. certificato medico in carta libera attestante l’handicap;
2. preventivo di spesa contenente la descrizione delle opere;
3. copia fotostatica di un documento d’identità del richiedente in corso di validità;
4. certificato o fotocopia autenticata attestante l’invalidità totale con difficoltà di deambulazione (da allegare unicamente qualora voglia avvalersi della precedenza prevista dal comma IV dell’articolo 10 della legge 13/89), ovvero si riserva di presentarlo
entro il ___________________________________________
5. certificato di residenza del disabile in carta semplice o dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi dell’art. 2 della Legge 4.1.1968, n. 15, sottoscritta dal richiedente;
6. fotocopia del verbale di assemblea del condominio (da allegare solo nel caso in cui le barriere da eliminare siano presenti in parti comuni del condominio);
7. benestare del proprietario dell’immobile in carta semplice (da allegare solo nel caso di alloggio occupato in qualità di affittuario).


__________________lì__________________

IL RICHIEDENTE

_____________________________

SOTTOSCRIZIONE PER CONFERMA ED ADESIONE DELL’AVENTE DIRITTO AL CONTRIBUTO, QUALORA SOGGETTO DIVERSO DAL RICHIEDENTE


______________________________

 

 

 

NOTE


(1) Il contributo:

- per costi fino a 5 milioni è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta;
- per costi da 5 a 25 milioni è aumentato del 25% della spesa effettivamente sostenuta (es.: per una spesa di 15 milioni, il contributo è pari 5 milioni più il 25% di 10 milioni, cioè è di 7 milioni e mezzo);
- per costi da 25 a 100 milioni è aumentato di un ulteriore 5% (es.: per una spesa di 80 milioni il contributo è pari a 5 milioni più il 25% di 20 milioni, più il 5% di 55 milioni cioè è di 5 + 5 + 2,75 ovvero ammonta a 12 milioni e 750 mila lire).

(2) Si ricorda che l’I.V.A. deve essere calcolata al 4% ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, n. 633 e successive modificazioni.

(3) Si precisa che per opere funzionalmente connesse si intendono quelle volte alla rimozione di barriere architettoniche che ostacolano la stessa funzione (ad es. funzione di accesso all’immobile; funzione di visitabilità dell’alloggio), come di seguito esemplificato. Pertanto, qualora si intenda realizzare più opere, se queste sono funzionalmente connesse, il richiedente deve formulare un’unica domanda essendo unico il contributo che, a sua volta verrà computato in base alla spesa complessiva.
Parimenti, qualora di un’opera o di più opere funzionalmente connesse possono fruire più portatori di handicap, deve essere presentata una sola domanda da uno dei portatori di handicap, in quanto uno solo è il contributo concesso.
Se invece le opere riguardano l’abbattimento di barriere che ostacolano funzioni tra loro diverse (A. funzione di accesso es.: installazione ascensore; B. funzione di visitabilità es.: adeguamento servizi igienici) l’istante deve presentare una domanda per ognuna di esse e può ottenere quindi più di un contributo.
Si precisa inoltre che i contributi ai sensi della legge n. 13/89 sono cumulabili con altri concessi a qualsiasi titolo per la realizzazione della stessa opera, fermo restando che l’importo complessivo dei contributi non può superare la spesa effettivamente sostenuta.

(4) Specificare l’opera da realizzare.

(5) Il soggetto avente diritto al contributo può non coincidere con il portatore di handicap qualora questi non provveda alla realizzazione delle opere a proprie spese.

Pagine: <<< - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - >>>

Elenco dei Consorzi Socio Assistenziali del Piemonte Note legali - Privacy Contatti: monviso@monviso.it PEC: monviso@pec.monviso.it
Consorzio Monviso Solidale - Corso Trento, 4 - 12045 Fossano CN - P. IVA 02539930046
Versione: 2.2 sito | 2.11 lib - Area Riservata - Informativa sull'utilizzo dei Cookie