28

ESENZIONE DAL PAGAMENTO DELLA TASSA
AUTOMOBILISTICA


Dal gennaio 2004 (in base alla legge Reg del 23/09/03 n.23) la competenza, nella gestione del bollo auto, passa dalle Agenzie delle Entrate, alla Regione Piemonte.

Ha diritto a richiedere l’esenzione del bollo auto il cittadino con handicap o un suo famigliare che dimostri di averlo a fiscalmente carico.

Ha diritto all’esenzione il cittadino con:
Handicap grave e limitazioni permanenti della capacità motoria
Handicap psichico e/o mentale con riconoscimento dell’indennità
d’accompagnamento
Limitazioni sensoriali (non vedenti e sordomuti assoluti)
I veicoli di proprieta' delle persone invalide per ridotte o impedite capacita' motorie devono essere adattati in funzione dell'invalidita' accertata dalle competenti commissioni mediche pubbliche. L'adattamento del veicolo deve risultare dalla relativa carta di circolazione.

Si può beneficiare di questa agevolazione senza limiti di valore dell’automezzo, ma prestando attenzione alle limitazione di cilindrata, previste dalla normativa.
La cilindrata massima per motori a benzina è di 2000 centimetri cubici e di 2800 centimetri cubici se il motore è diesel.
L’esenzione può essere fruita su un solo veicolo. L’esenzione può essere trasferita su un altro veicolo di proprietà della medesima persona esclusivamente se il veicolo precedentemente esentato non sia più di suo possesso, sia stato radiato, o venduto con regolare voltura.

I cittadini disabili che hanno presentato domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto negli anni precedenti il 2004, non sono tenuti a ripresentarla, se perdurano le condizioni di esonero. Se mutano le condizioni di natura soggettiva o oggettiva, rispetto all'esenzione, queste mutazioni devono essere comunicate alla Regione entro trenta giorni dal loro verificarsi o, in caso di decesso, entro novanta giorni dal verificarsi dell'evento.
Per ottenere l'esenzione gli interessati devono consegnare una specifica domanda a uno di questi uffici regionali o a uno di questi sportelli GEC spa, convenzionati con la Regione


I modelli di domanda possono essere scaricati anche dal sito della Regione
http://www.regione.piemonte.it/tributi/auto/esenzion.htm

Alla domanda vanno allegati:

Fotocopia del certificato dell’handicap (legge 104/92) in situazione di gravità, per i portatori di handicap motorio, sul quale risulti limitazioni permanenti della capacità motoria;
Per i portatori di handicap psichico e/o mentale, occorre allegare il verbale d’invalidità sul quale risulti il diritto all’indennità d’accompagnamento;
Per i cittadini con handicap sensoriale occorre una fotocopia della certificazione medica dell'ASL, o di altre commissioni mediche pubbliche, attestante che il disabile è non vedente o sordomuto assoluto;
Fotocopia del certificato di proprietà o di carta di circolazione del veicolo sul quale si chiede l'esenzione;
Se si tratta di un veicolo adattato in funzione delle limitazioni della capacità motoria del disabile occorre presentare anche una fotocopia della carta di circolazione, da cui risulti tale adattamento;
Se si i tratta di veicolo rispondente alle prescrizioni di guida contenute nella patente speciale del disabile, occorre presentare anche una fotocopia della patente di guida.

Pagine: <<< - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30

Elenco dei Consorzi Socio Assistenziali del Piemonte Note legali - Privacy Contatti: monviso@monviso.it PEC: monviso@pec.monviso.it
Consorzio Monviso Solidale - Corso Trento, 4 - 12045 Fossano CN - P. IVA 02539930046
Versione: 2.2 sito | 2.11 lib - Area Riservata - Informativa sull'utilizzo dei Cookie